Perché è importante la digitalizzazione dello studio odontoiatrico? Un'opportunità per crescere

jonathan-borba-v_2FRXEba94-unsplash

La digitalizzazione sta coinvolgendo pressoché ogni settore e quello odontoiatrico non è esente da questa nuova tendenza. Ormai il futuro anche in questo ambito è strettamente connesso al digitale e, come tale, optare per soluzioni all’avanguardia diventa indispensabile per quegli studi che vogliono operare in maniera mirata, precisa e soprattutto efficiente.

Dalla scansione delle impronte dentali alla pianificazione dei trattamenti, passando per la stampa 3D: il mondo del digitale è ormai parte integrante degli studi odontoiatrici moderni.

Passare al digitale in uno studio odontoiatrico: i vantaggi

Il passaggio alla digitalizzazione in uno studio odontoiatrico porta con sé tutta una serie di vantaggi sia per il professionista che per il paziente.

Qui di seguito elenchiamo quelli che possono essere considerati i punti di forza connessi all’orientamento a strumentazioni digitali rispetto a quelle impiegate in passato, manuali e decisamente più macchinose.

  • Alta qualità e soprattutto grande precisione. Ogni paziente presenta un’anatomia unica, ragion per cui tutti i trattamenti sono personalizzati sulle singole esigenze. La realizzazione di impianti funzionali e perfetti è pertanto strettamente connessa alla precisione delle rilevazioni effettuate all’interno del cavo orale del paziente. Con gli scanner 3D moderni questa operazione risulta altamente agevolata, infatti non soltanto si andrà a ricreare un modello digitale 3D, ma lo stesso sarà molto più preciso e accurato rispetto al metodo tradizionale. Di conseguenza, la massima precisione consentirà anche la realizzazione di impianti e protesi altamente funzionali, di qualità e perfette per adattarsi alla bocca del paziente
  • Risparmio di tempo e di denaro. L’odontoiatria digitale consente di eliminare di fatto i tempi, in particolare l’invio delle impronte digitali risulterà immediata. Una semplice mail, pochi secondi e il calco 3D passerà dallo studio odontoiatrico a quello odontotecnico che si occuperà dello sviluppo di protesi, mentre in passato con le impronte tradizionali, vi era un passaggio fisico che prevedeva l’invio delle stesse a mezzo corriere o incaricato prestabilito. Inoltre, è bene ricordare che i tradizionali calchi in gesso, potevano facilmente danneggiarsi andando a richiederne di nuovi, fattore che causava spesso ulteriori perdite di tempo e di denaro
  • Pazienti soddisfatti. Dire addio a pratiche quali l’impronta con gesso, estremamente fastidiosa per il paziente, renderà la sua esperienza nello studio odontoiatrico decisamente migliore. Anche il grado di precisione ottenuto con la digitalizzazione si ripercuoterà sui risultati consentendo lo sviluppo di soluzioni ancor più mirate e ad hoc, capaci di dare risultati ottimali in tempistiche ridotte
  • Nuove opportunità commerciali. Gli studi che sfruttano ancora tecnologie obsolete, rischiano di risultare poco affidabili agli occhi dei pazienti, i quali preferiscono un approccio più moderno, ma soprattutto desiderano ridurre al minimo i fastidi a loro carico, così come le tempistiche per la risoluzione di eventuali problematiche. Ecco che quindi uno studio odontoiatrico che opta per l’impiego di strumentazioni digitali moderne, potrebbe vedere una crescita esponenziale del numero di pazienti trattati rispetto a uno fermo alle pratiche tradizionali.

Avendo ragionato sui vantaggi dati dalla digitalizzazione all’interno di uno studio odontoiatrico, risulta facile comprendere come questa scelta, per chi desidera offrire un servizio al passo coi tempi, ma soprattutto orientato alla massima soddisfazione del cliente, assicuri un maggior successo non certo trascurabile. Per questi motivi valutare i vari interventi da mettere in atto per digitalizzare lo studio rappresenta il primo step verso una crescita professionale e finanziaria non certo trascurabile.